Shakespeare in italiano. Il Bardo nella Penisola sulle scene ottocentesche e al cinema.pdf

Shakespeare in italiano. Il Bardo nella Penisola sulle scene ottocentesche e al cinema

Alessandra Negro, Daniela Scardia

Tra Ottocento e Novecento Shakespeare si innesta nella cultura italiana e incide profondamente nellimmaginario, dapprima influenzando gusto teatrale e pratiche sceniche, poi generando significative riscritture cinematografiche. In due ampi saggi si ricostruiscono le dinamiche della recezione e dellinterpretazione dei testi shakespeariani nellItalia dellOttocento in funzione della messinscena nel teatro di parola e nel melodramma, e i complessi contatti tra il cinema italiano e i capolavori del grande drammaturgo inglese. Prefazione di Emanuele DAngelo.

E’ lo scrittore inglese per antonomasia. Anche il più ignorante degli studenti riconosce in William Shakespeare l’emblema della letteratura inglese. Eppure pare proprio che le più recenti ricerche dimostrino che tutti gli studiosi di letteratura e del teatro elisabettiano hanno preso un grande granchio: William Shakespeare era messinese!

5.67 MB Dimensione del file
8825522495 ISBN
Shakespeare in italiano. Il Bardo nella Penisola sulle scene ottocentesche e al cinema.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.hcoa.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

D - History (General) and History of Europe 5 Format

avatar
Mattio Mazio

Margaret regia di Kenneth Lonergan, 2011 ♦ Re lear di William Shakespeare ♦ An Accidental Cowboy di Jameson Parker ♦ Poems di Gerald Manley Hopkins Durante una lezione il professore di letteratura John (Matthew Broderick), nella classe di Lisa Cohen (Anna Paquin), sono letti alcuni passi dalla tragedia di Shakespeare: DUCA DI BORGOGNA – Regale maestà, non chiedo più di quanto l

avatar
Noels Schulzzi

Acquista online da un'ampia selezione nel negozio Libri. Amleto è di gran lunga l'opera shakespeariana che è stata rappresentata al cinema con maggior frequenza e successo. Tra le interpretazioni femminili, fecero scalpore quella di Sarah Bernhardt nel film del 1900, e la prova d'attrice della danese Asta Nielsen nella pellicola del 1921.Il più apprezzato interprete delle tragedie di Shakespeare al cinema del secondo dopoguerra, il barone al

avatar
Jason Statham

William Shakespeare è stato il primo vero autore moderno: sensibile scrutatore dell’animo umano ed abile drammaturgo, egli è stato in grado di portare in scena il «gran teatro del mondo» attraverso i suoi personaggi, situazioni e drammi umani che a distanza di secoli riecheggiano grazie alla loro modernità. Shakespeare sexualis: il Bardo e il sesso. Se settimana scorsa abbiamo cercato di capire attraverso le sue opere se Shakesperare fosse religioso o meno, oggi affrontiamo un argomento decisamente all’antitesi: la sessualità.. Sebbene sia praticamente impossibile rispondere a questa domanda, diversi lavori scientifici negli ultimi anni hanno spostato l’attenzione sulla sessualità e sulla

avatar
Jessica Kolhmann

Ma Shakespeare era Italiano? Curiosità su William Shakespeare - di Oreste Palamara Michele Agnolo (o Michelangelo) Florio (Crollalanza dal lato materno) (n. 1564 ?), di religione calvinista, visse parte della sua vita, sfuggendo alle persecuzioni religiose, a Palermo, nelle isole Eolie, a Messina, a Venezia, a Verona, a Stratford e a Londra. E’ lo scrittore inglese per antonomasia. Anche il più ignorante degli studenti riconosce in William Shakespeare l’emblema della letteratura inglese. Eppure pare proprio che le più recenti ricerche dimostrino che tutti gli studiosi di letteratura e del teatro elisabettiano hanno preso un grande granchio: William Shakespeare era messinese!