«Disonesto ma non criminale». La giustizia e i privilegi dei potenti.pdf

«Disonesto ma non criminale». La giustizia e i privilegi dei potenti

Amedeo Cottino

Il 2 dicembre 1984, i gas tossici della fabbrica di pesticidi detta multinazionale Union Carbide, per un errore di manutenzione, provocano nel giro di poche ore tra i sedicimila e i trentamila morti a Bhopal, città indiana del Madhya Pradesh. Nel marzo del 1989 dalla petroliera Exxon Valdes, della multinazionale Exxon, fuoriescono undici milioni di galloni di petrolio: un incidente che contamina più di mille chilometri di spiagge e distrugge le condizioni di vita di migliaia di nativi americani. Nel 2003, in Italia, sono morte per infortuni sul lavoro 1.237 persone. Chi risponde di queste stragi, di questi morti? Individui singoli? Strutture? Gerarchie? Un dato certo è il potere che sta alla base di queste violenze.

Tuttavia, anche se dobbiamo chiedere la fine dei privilegi dei politici, non si devono fare errori, perché sono i grandi imprenditori, banchieri, finanzieri e speculatori, i veri colpevoli di una politica criminale che, nella sola Spagna, hanno portato 300.000 famiglie a perdere le loro case negli ultimi quattro anni.

9.39 MB Dimensione del file
884303524X ISBN
«Disonesto ma non criminale». La giustizia e i privilegi dei potenti.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.hcoa.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

E i cittadini italiani, pur avendo le loro gravi colpe, sono stufi della giustizia con due pesi e due misure: una per il cittadino comune, un altro per i potenti delle Corporazioni. Dunque c’è anche insensibilità psicologica e cinismo nei potenti e nei loro dipendenti che ora … La notizia è la seguente. Si scopre che un autorevole membro di governo (la ministra della Giustizia Anna Maria Cancellieri) ha telefonato a funzionari di Stato (ispettori del ministero) per

avatar
Mattio Mazio

La notizia è la seguente. Si scopre che un autorevole membro di governo (la ministra della Giustizia Anna Maria Cancellieri) ha telefonato a funzionari di Stato (ispettori del ministero) per

avatar
Noels Schulzzi

od i 17 volumi dell'Archivio di Psichiatria ed Antropologia criminale - alle accuse, cioè, di non indagare abbastanza le cause economiche e sociali del delitto e di non ... Non è l'omicidio, che desta ribrezzo, bensì la giustizia. ... 3° Il vino è il fattore principale e più potente nella determinazione dei reati ... disonesti guadagni.

avatar
Jason Statham

Ma nel momento in cui mi viene tolta la libertà di vivere o il diritto di mangiare, io non mi sparo, semmai prendo le armi e mi difendo. Se un giorno mi perseguiteranno o mi metteranno in carcere, io che seguo Cristo non prenderò le armi per difendere me stesso. Ma se perseguitano o torturano i miei fratelli io non mi sparo, li difendo.

avatar
Jessica Kolhmann

PDF | On Jan 1, 2014, Lorenzo Natali published Green criminology e vittimizzazione ambientale. Verso nuove riflessività | Find, read and cite all the research you need on ResearchGate Un altro peso massimo della storia patria, Giolitti, era «un super-disonesto» ma, al tempo stesso, «un grande riformista che avrebbe tenuto il paese fuori dal carnaio della Prima Guerra Mondiale, a differenza di Salandra che ce lo portò». Lyndon Johnson: «Non era esattamente uno stinco di santo, ma fu il presidente più progressista e riformatore dopo Roosevelt».