L io e Dio. Lesperienza religiosa in William James.pdf

L io e Dio. Lesperienza religiosa in William James

Cecilia Costa

Questo saggio è nato sulla scorta delle riflessioni provocate dalla lettura del saggio di William James le varie forme della coscienza. Le pagine di questo saggio, pertanto, riflettono unanalisi parziale e circoscritta rispetto alla vasta produzione Jamesiana. Questo studio su un presupposto generale: la centralità strategica che la tematica religiosa riveste allinterno dellintero impianto scientifico di James e la conseguente influenza che la speculazione, nonché la tensione personale, per il dato religioso hanno esercitato nella sua esperienza umana.

L'identità personale comporta la consapevolezza di un io costante e continuo nel ... La virtù di religione quale modalità di essere nel rapporto con Dio perfeziona ... Lo psicologo William James[1] alla fine dell'ottocento ha dato una definizione di ... ai fini dello sviluppo, poiché andranno integrate in seguito dall'esperienza.

9.99 MB Dimensione del file
8883583841 ISBN
Gratis PREZZO
L io e Dio. Lesperienza religiosa in William James.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.hcoa.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

James, nato a New York nel 1842, proveniva da una ricca e colta famiglia americana: il padre, Henry James, era esponente di rilievo della filosofia trascendentale e il fratello maggiore era invece famosissimo scrittore. Dopo aver viaggiato a lungo in Europa, William James insegnò psicologia e filosofia ad Harvard.

avatar
Mattio Mazio

Il pensiero psicologico e filosofico di William James ... L'esperienza, per James, si "autocontiene e non poggia su nulla". ... L'autore, più che all'aspetto scientifico, è interessato a quello morale e religioso e quindi ... finitezza di Dio, un Dio non più onnipotente, ma ...

avatar
Noels Schulzzi

Il misticismo mi ossessiona da quando ero piccolo. Secondo la definizione datane da William James in Le varie forme dell’esperienza religiosa, un’esperienza mistica è un momento di rottura della vita ordinaria, nel quale si incontra la realtà assoluta o, se si preferisce, Dio.Si crede, anzi si sa, di star vedendo le cose proprio come sono realmente. L’esperienza religiosa è quindi la consapevolezza del mistero, dell’inadeguatezza costitutiva della ragione nei confronti della Trascendenza: è un’autocritica continua, che ha il valore di « una preparazione negativa al possibile annuncio di un Dio vero e vivente, che l’uomo può pregare, a cui può fare sacrifici, di fronte al quale può cadere in ginocchio pieno di riverenza

avatar
Jason Statham

L’esperienza religiosa e le religioni nel loro culturali a quelle religiose. Questa risposta positiva, che ogni essere umano ed ogni sua manifestazione culturale-religiosa può dare a Dio nell'autenticità di esistenze che Egli però disse: «Bisogna che io annunzi il regno di Dio anche alle altre città»; Gv 20,17 11/08/2006 · LE CATEGORIE IN CUI LA COSCIENZA SI POSIZIONA Appunti per una teoria della COSCIENZA. Cos´è un io pensante? Com´è organizzata una mente? Fino a che punto è giusto considerarl

avatar
Jessica Kolhmann

neuroteologia . La riflessione sulla teologia, sulla mente e le sue funzioni è originaria e comune a tutte le grandi tradizioni religiose: il cervello come luogo nel quale agiscono sensi spirituali ha una lunga storia che, attraverso la sisicoteologia, di età newtoniana, arriva a quella che in età recente, con un calco dalla letteratura di fantascienza, viene sovente definita neuroteologia. L'esperienza di unione varia, ma è prima di tutto sempre associata ad un ricongiungimento con l‘amore divino, il tema di fondo essendo che Dio, bontà perfetta, è conosciuto o percepito tanto dal cuore quanto dall'intelletto, in quanto secondo le parole 1 Giovanni 4:16: "Dio è amore; chi sta nell'amore dimora in Dio e Dio dimora in lui".