L emozione di marmo. I monumenti ai caduti della grande guerra a Pisa e nel suo territorio. Catalogo della mostra (Pisa, 16 luglio-4 novembre 2015).pdf

L emozione di marmo. I monumenti ai caduti della grande guerra a Pisa e nel suo territorio. Catalogo della mostra (Pisa, 16 luglio-4 novembre 2015)

A. M. Banti, S. Renzoni, A. Tosi (a cura di)

Il volume rappresenta il Catalogo dellomonima mostra che dal 16 luglio al 4 novembre 2015 sarà ospitata al Museo della Grafica di Pisa e che presenta una serie di esempi emblematici e suggestivi dei monumenti ai caduti della Grande Guerra a Pisa e nel suo territorio. Un percorso tra opere grafiche (disegni e incisioni di alcuni tra i protagonisti dellarte del primo 900, come Luigi Bartolini, Mario Chiattone, Lorenzo Viani, Umberto Vittorini...), riproduzioni fotografiche, modelli e ricostruzioni virtuali, documenti e testimonianze, che invita il visitatore a riflettere sulle tante storie - di modelli, tipologie, committenze, artisti, istituzioni - raccontate dai monumenti, facendo riaffiorare quel valore emozionale su cui la contemporaneità deve tornare a misurarsi. Lemozione di marmo vuole partire da un singolo contesto per invitare a riflessioni più articolate, e da molteplici prospettive di lettura, sulla nostra percezione della memoria e sul valore che può avere nella contemporaneità e potrà avere per le nuove generazioni. Emozioni, dunque, da ricomporre e su cui riflettere.

3. UNUCI 5/6 Luglio/Settembre 2015. Anche questo numero della nostra Rivista si apre con un omaggio ai Caduti nel Centenario della Prima guerra mondiale.

5.31 MB Dimensione del file
8867415514 ISBN
Gratis PREZZO
L emozione di marmo. I monumenti ai caduti della grande guerra a Pisa e nel suo territorio. Catalogo della mostra (Pisa, 16 luglio-4 novembre 2015).pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.hcoa.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Fussel, La Grande Guerra e la memoria moderna, Il Mulino, Bologna, 1984; G. Mosse, Le guerre mondiali. Dalla tragedia al mito dei caduti,. Laterza, Roma - Bari, ...

avatar
Mattio Mazio

Inaugurazione del Monumento ai Caduto della Grande Guerra '15-'18. Anni Venti. Le prime 6000 schede illustrative dei principali monumenti saranno accessibili su internet nel sito del Mibact “ documenti e immagini della grande guerra ”.. Il censimento, affidato all’Istituto Centrale per il Catalogo in collaborazione con le soprintendenze territoriali, servirà anche ad individuare i “Cento monumenti ai caduti” che necessitano di un urgente restauro in vista

avatar
Noels Schulzzi

L' emozione di marmo. I monumenti ai caduti della grande guerra a Pisa e nel suo territorio. Catalogo della mostra (Pisa, 16 luglio-4 novembre 2015) Pisa University Press 2016. Libri; Arte, architettura e fotografia; Formato Brossura; I monumenti ai caduti della grande guerra a Pisa e nel suo territorio. Catalogo della mostra (Pisa, 16 luglio-4 novembre 2015) (brossura) di A. M. Banti , S. Renzoni , A. Tosi - Pisa University Press - 2016

avatar
Jason Statham

di Lisa Bregantin Il nome di un soldato della Grande Guerra, inciso sul monumento ai Caduti del suo paese era generalmente indice che la sua I monumenti ai Caduti di Arzergrande 5 Maggio 2015 …

avatar
Jessica Kolhmann

San Giusto: Un comitato cittadino promosse l’idea di erigere un monumento ai caduti della Grande Guerra alla metà degli anni Venti. Originariamente il monumento sarebbe dovuto essere sistemato nel Cimitero di Sant’Anna, ma visto il bozzetto presentato dallo scultore triestino Attilio Selva (1888-1970), i promotori preferirono collocarlo sul Colle di San Giusto, nelle vicinanze del Parco Inaugurazione del Monumento ai Caduto della Grande Guerra '15-'18. Anni Venti.